Ministero per i beni e le attività culturali

Menu
Sei in: Home / Musei

Museo Archeologico Nazionale di Altamura

Altamura

Eventi

  • "Le Gorgoni": incontro sulla mitologia greca

    Approfondisci »

Il Museo

Il Museo Nazionale Archeologico di Altamura nasce dalla volontà di riunificare le numerose scoperte archeologiche di tutto il territorio, dalla Preistoria al Medioevo.
L’esposizione rappresenta il popolamento dell’Alta Murgia e costituisce una sintesi della civiltà dei Peucezi fino ai territori più interni, verso la Basilicata e l’arco ionico.

La Storia

Museo Nazionale Archeologico di Altamura

Nel corso di una serie di campagne di scavo, a partire dall’immediato dopoguerra e durante gli anni della ricostruzione, esattamente nell’area in cui oggi sorge il Museo fu messo in luce un segmento di abitato peucezio.
La struttura museale fu ufficialmente inaugurata nel 1993, in coincidenza con alcune importanti scoperte effettuate negli anni Novanta del secolo scorso, come lo scheletro neandertaliano dell’Uomo di Altamura, rinvenuto in una grotta carsica in località Lamalunga, e il sito paleontologico con orme di dinosauri della cava Pontrelli, che costituiscono un ulteriore elemento di richiamo per il pubblico.

L'Edificio

Museo Nazionele Archeologico di Altamura - Interni

Museo Nazionele Archeologico di Altamura - Interni

La struttura in cui oggi è possibile visitare la collezione nel Museo risale alla fine del 1960, quando si costruì l’edificio a due piani, subito a ridosso del centro storico, lungo l’arteria stradale cittadina che conduce a Santeramo.

La Collezione

Inaugurato a marzo 2017, il nuovo allestimento si snoda attraverso un percorso multimediale dal taglio didattico.
Al primo piano, l’esposizione è dedicata alle civiltà succedutesi nell’Alta Murgia, dalla pre e protostoria all’età tardoantica, con materiali provenienti da abitati e necropoli del territorio limitrofo.
Il secondo piano è invece dedicato interamente al Paleolitico europeo con approfondimenti specifici sull’Italia centromeridionale.
Ampio spazio è dedicato alla mostra “Preistoria del cibo. Alle origini del pane”, nata dalla volontà di ricreare il forte legame con la vocazione agricola del territorio.

  • Scheletro di Neanderthal

    Scheletro di Neanderthal

    Lo scheletro del cosiddetto “Uomo di Altamura”, esemplare di Homo Neanderthalensis rinvenuto nella grotta di Lamalunga, fra le asperità dell’Alta Murgia, nell’ottobre del 1993.

  • Osso lavorato

    Osso lavorato

    Osso lavorato, con probabile funzione di manico di pugnale, che costituiva il corredo dell’individuo deposto per primo e in posizione eminente in una tomba a grotticella di Casal Sabini, località a pochi chilometri dal centro abitato di Altamura.

  • Coperchio di pisside

    Coperchio di pisside

    Coperchio di pisside a figure rosse apula del Pittore di Dario, con la raffigurazione del mito di Fedra, proveniente dal corredo tombale di via Vecchia Buoncammino, nel centro abitato di Altamura, datato al 340 a.C.

  • Crocetta reliquario

    Crocetta reliquario

    Crocetta-reliquario in oro con castoni in pasta vitrea e granati, rinvenuta ad Altamura, nel sito tardoantico di località Belmonte; il manufatto, di chiara influenza bizantina, testimonia la forte penetrazione culturale dei modelli orientali nel VI-VII secolo.

  • Elmo corinzio

    Elmo corinzio

    Elmo corinzio in bronzo fuso di provenienza greca, incluso nel ricco corredo di una tomba di VI secolo a.C. localizzata in via Trieste, nell’abitato di Altamura.

  • Kantharos plastico apulo a figure rosse

    Kantharos plastico apulo a figure rosse

    Fa parte del corredo di una tomba a semicamera rinvenuta ad Altamura. Il corpo campaniforme poggia su una base configurata a testa di efebo; su un lato è rappresentato Ermes con petaso e caduceo, mentre sul lato opposto una figura femminile che regge un cofanetto e uno specchio (330-320 a.C.).

Indirizzo

Via Santeramo, 88
70022 Altamura

Proprietà

Ente MiBAC

Tipologia

Museo, galleria non a scopo di lucro e/o raccolta

Informazioni

Direttore: Elena Silvana Saponaro
+39 080 3146409
pm-pug.museoaltamura@beniculturali.it
Carta dei servizi
Planimetria

Maggiori informazioni

Informazioni

Orari di apertura

Lunedì: 8.30 – 19.30
Martedì: 8.30 – 19.30
Mercoledì: 8.30 – 19.30
Giovedì: 8.30 – 19.30
Venerdì: 8.30 – 19.30
Sabato: 8.30 – 13.30
Domenica: 8.30 – 13.30

Chiusura biglietteria: Ultimo ingresso 30' prima dell'orario di chiusura

Altre informazioni: Chiusura: ultima domenica del mese.

Indirizzo

Via Santeramo, 88
70022 Altamura

Come arrivare

Il collegamento con Altamura, partendo dalla stazione centrale di Bari è garantito con il servizio Ferrovie Appulo Lucane. Dalla stazione ferroviaria, procedere lungo Via XXIV Maggio per circa 200 metri e quindi continuare su Viale Michele Fenice Chironna. Dopo circa 600 metri svoltare prima a destra su Via Vecchia Buoncammino e, dopo 400 metri, a sinistra su Via Mura Megalitiche. Proseguire per altri 500 metri per poi svoltare a destra su Via Cassano delle Murge; dopo 500 metri girare a sinistra su Via Santeramo in Colle, che conduce al Museo.

Contatti

+39 080 3146409
pm-pug.museoaltamura@beniculturali.it

Biglietto intero

Gratuito

Accessibilità

È garantita l'accessibilità ai diversamente abili

Animali

Ammessi

Audioguide

Disponibili

Visite guidate

su prenotazione